visitate il nuovo sito www.arcipelago.eu

 

Arcipelago non memorizza cookie sul proprio server, ma vengono memorizzati da Google per fini statistici e pubblicitari.

Elettrificare un triciclo per la mobilità urbana

Motori per e-bike

Realizzare un triciclo a pedalata assistita

triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2

Con questo progetto vogliamo dare un contributo ad abbattere l'inquinamento delle nostre città: si tratta di realizzare un triciclo a pedalata assisistita che può essere utile per recarsi a far spesa al supermercato o in qualunque occasione una normale bicicletta è insufficiente per il trasporto di cose, per esempio per i viaggiatori sulle due ruote.

Siamo partiti con l'acquisto di un normale triciclo in fabbrica da Faram a Rieti ma si trova anche usato e abbiamo applicato un motore sostituendo il movimento centrale e le pedaliere originali. Il triciclo è un veicolo che va guidato in maniera diversa rispetto ad una normale bicicletta, non si può inclinare in curva e quindi non bisogna esagerare con la velocità, si può solo inclinare il corpo verso l'interno della curva e sulle buche mantenere il manubrio dritto.

Detto questo abbiamo scelto un modello con ruote piccole da 20" proprio per mantenere il baricentro del veicolo basso, per avere più stabilità in curva. Ai lati della pagina incominciando dalla sinistra c'è una sequenza di foto che descrivono le varie fasi dell'operazione che non è per nulla difficile.

Abbiamo ordinato da tecnobicielettrica.miiduu.com un motore con sensore di sforzo che amplifica la potenza che esercitiamo con il piede proporzionalmente a quella da noi esercitata fino ad un massimo di 300%, ha quattro livelli di assistenza comodamente selezionabili dalla manopola, il motore è in regola con le norme di circolazione stradali perchè stacca l'assistenza una volta raggiunti i 25 km/h. E' pedalabile anche se arriviamo a scaricare tutta la carica della batteria. E' disponibile un codice di sconto arcipelagoverde del 5%  mandateci una e-mail mandaci una e-mail

Dopo sei giorni dall'ordine riceviamo dentro una scatola il motore, il display a colori, cavetti, una chiave due pedivelle, bulloni e fascette e un foglio di istruzioni in tedesco.

Iniziamo con la prima fase: smontaggio pedivelle e movimento centrale
triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2

Questa è la fase più difficile di tutta l'operazione, smontare le pedivelle. Con una chiave smontare il bullone che serra la pedivella, estratto il bullone occorre con un estrattore sbloccare la pedivella.

Tolte entrambe le pedivelle, occorre svitare la ghiera per estrarre il movimento centrale e arrivare a vedere il foro sul telaio dove inseriremo il motore

triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2

Qualora questa operazione risultasse troppo difficoltosa si può andare da una officina per biciclette e farsi smontare il movimento centrale.

Montaggio del motore

Togliamo il motore dalla scatola, dobbiamo smontare le staffe come illustrato nelle ultime tre foto della colonna a sinistra. Ora abbiamo il motore pronto per inserirlo nel telaio, vedere la prima foto colonna di destra.

Inserito il motore nel telaio dobbiamo rimontare le staffe e la ghiera che abbiamo appena smontato. Per stringere la ghiera servirsi della chiave in dotazione che troviamo nella scatola.

Montaggio del display

Ora passiamo agli altri componenti del kit, dobbiamo montare il display.

Il display che abbiamo acquistato è a colori e più piccolo di quello che normalmente è compreso nel kit motore TSDZ2 e va montato sulla manopola sinistra, è costituito oltre che dal display anche di una piccola manopola in gomma, quello grande in bianco e nero, invece, va montato al centro del manubrio.

Per montare questo tipo di display occorre sfilare la manopola sinistra in gomma. Per farlo agevolmente aiutarsi con un compressore ad aria compressa, sollevare una estremità della manopola e con la pistola soffiare aria compressa in maniera di gonfiare la manopola per facilitare il distacco dal manubrio. Con un po' di fatica si riesce a far ruotare la gomma sul manubrio e piano piano ad estrarla. Vedere foto a destra nella colonna centrale. La manopola in gomma va un poco accorciata della quantità uguale alla parte in gomma che si aggiunge ed è compresa nel display. Vedere foto a destra.

Ora non ci resta che fissare il display nella posizione a noi comoda per la sua lettura stringendo l'apposita vite a brugola. Regoliamo anche la leva del freno con la sua vite a brugola.

Ora passiamo il filo che parte dal display sul manubrio e sul telaio fino ad arrivare al motore. Inseriamo lo spinotto in uno degli spinotti che escono dal motore, non ci si può sbagliare: entrerà solo in quello giusto.

Montaggio rilevatore della velocità

Il terzo componente da montare è il rilevatore di velocità, è costituito da un magnete che va fissato su un raggio della ruota posteriore e il captatore che va fissato al telaio in maniera che magnete e captatore si sfiorino ad ogni giro della ruota. Questo componente è necessario montarlo per rendere il kit a norma di legge, infatti questo dispositivo è quello che provvede a togliere l'assistenza al motore una volta superati i 25 km/h.

Nel caso del nostro triciclo il filo è troppo corto per arrivare ad una delle ruote posteriori e ovviamo all'inconveniente montandolo sul disco del freno posteriore. Altrimenti occorre prolungare i fili stando attenti di ricollegarli con i colori giusti.

Montaggio della batteria

Ultimo componente da montare e collegare è la batteria, infatti tutti gli altri fili vanno collegati senza che il motore sia sotto tensione.

Abbiamo scelto di collocare la batteria sotto l'asse posteriore sul lato destro per dare più peso alla ruota motrice del triciclo e rendere il mezzo con un baricentro basso per limitare in curva il rischio di ribaltamento. Abbiamo costruito una staffa partendo da una piattina in alluminio e l'abbiamo sagomata per reggere la batteria inserita in un contenitore di plastica. Vedere foto. Il triciclo ha molti spazi per collocare la batteria anche di lato al cesto.

Nel caso di una normale bicicletta la batteria va collocata al posto della borraccia o sopra la ruota posteriore sul portapacchi.

Ora non rimane che collegare i fili della batteria con il motore. Questa operazione va fatta con la dovuta attenzione: collegare il filo rosso al positivo della batteria e il nero al negativo.

Settaggio del display

Ora se tutti i collegamenti sono stati fatti accendete il display pigiando per qualche secondo il pulsante con il simbolo internazionale I/O. Il display si accende e dopo qualche secondo vi darà la schermata in cui si vede la carica della batteria (in verde se carica), la velocità, i km percorsi.

Premete contemporaneamente per alcuni secondi i due pulsanti posti accanto al display entrerete in modalità settaggio. Apparirà una lista di impostazioni possibili. E' necessario settare solo il diametro della ruota. Per scorrere la lista basta ruotare la manopola del display in basso per scendere e in alto per salire, ora per confermare ed entrare nel sottomenù pigiate brevemente il tasto di accensione I/O scegliete il diametro della ruota della vostra bicicletta e salvate sempre premendo il pulsante I/O.

Ora potete partire per la prima prova.

triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2 triciclo con motore TSDZ2

Utilizzate la nuovissima App gratuita "ArcipelagoCamper" per cellulari e tablet Android da Google Play Store

Parliamo di noi nel web vedere novità: gruppo Facebook ArcipelagoCamper         Cerca itinerari luoghi da visitare Arcipelago: associazione no-profit

mandaci una e-mail  Il tempo è andato... la vita è un viaggio... il viaggio è un'avventura... il pensiero avrebbe voluto di più...  Google Analytics visitatori sito

L'utilizzo su altri siti: dei file, dei testi e delle immagini contenute su questo sito, senza preventiva autorizzazione, è espressamente vietato