visitate il nuovo sito www.arcipelago.eu

 

Arcipelago non memorizza cookie sul proprio server, ma vengono memorizzati da Google per fini statistici e pubblicitari.

Test

Atala B-XGR8 AM80

Le radici storiche del marchio affondano nel lontano 1908, anno in cui l’ex dirigente di Bianchi, Angelo Gatti fonda la Atala, in onore del nome di sua madre, Atala Naldi. Il tempo e i vari proprietari non hanno scalfito la filosofia di Atala, che è semplicemente quella di produrre biciclette di qualità per soddisfare i clienti nella loro voglia di “andare in bici”. Cinquantanove sono i modelli di e-bike presentati nel 2018 a prezzi molto interessanti. Le più performanti sono presentate sotto il marchio Whistle facente parte del gruppo Atala.

Per affrontare i percorsi offroad più impegnativi di mountain bike prendiamo dal catalogo quelle a pedalata assistita biammortizzate di Atala 2018 che si divide in più serie. Le Shocker da enduro con ruote da 27,5 Plus, motori Shimano Steps E8000 e telai con perni passanti da 12×148 mm Boost. Quelle fornite del nuovo motore Yamaha PW-X. Oppure le B-XGR8 da all mountain con assistenza elettrica fornita dai Bosch Performance CX su ruote 27,5 Plus e carri posteriori da 148 mm Boost, eccetto la B-XGR8 AM80 che ha una battuta posteriore di 142 mm e il nuovo motore AM80 di Atala con 83 Nm di coppia che è oggetto del nostro test. Per quanto riguarda la differenza tra i vari motori abbiamo già dedicato un'ampia pagina e vi invitiamo ad approfondire qui www.arcipelagoverde.it/tecnica/e-bike.aspx

test Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80
Caratteristiche tecniche Atala B-XGR8 AM80
test Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80
Motore

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80 Diciamo subito che la pecca più vistosa di questa e-bike è l'averla dotata di una batteria di soli 400Wh senza includere la possibilità di scelta come avviene per alcuni modelli con una da 500Wh. E' vero però che il propulsore fornito dall'italiana Olieds non è particolarmente affamato di energia e per la versione destinata alle montainbike ha i 5 livelli di assistenza con il primo che fa erogare al motore solo il 50% della forza che esercita il piede sul pedale e questo ci permette di fare dei risparmi sulla capacità della batteria sui tratti pianeggianti o lievi salite. Il motore Olieds ha inoltre la particolarità di essere un sistema aperto che accetta anche batterie non originali costruite artigianalmente consentendo all'utente notevoli risparmi sull'utilizzo nel tempo della e-bike. La B-xgr8 è prodotta in due versioni la prima con motore Bosch CX con max Torque 75Nm e la B-xgr8 AM80 con motore Olieds da 83 Nm.

Entrambe hanno lo stesso telaio avendo scelto la Olieds di produrre un motore con gli stessi attacchi al telaio del diffusissimo Bosch. Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80   L'allestimento tecnico delle due versioni è pressochè identico ad eccezione delle ruote che nella versione con motore Bosch monta ruote da 27,5 x 2,60 e la Am80 monta le 27,5 x 2,25. Avremmo preferito che anche la Am80 montasse i copertoni più larghi che hanno più aderenza sui terreni sdrucciolevoli e alzano di un centimetro la bici. Ne avrebbe giovato nei passaggi più difficili dove le asperità del terreno tendono a far toccare i pedali sugli ostacoli.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80 La versione oggetto della prova monta l'ultima versione del motore Olieds la 1.02.002. Per sapere quale versione è occorre premere i comandi sul manubrio freccia in su e giù contemporaneamente entrando nel menù del display e spostarsi fino a "Info sistema" confermando la scelta premendo brevemente il tasto di accensione. La gestione del display è molto intuitiva, premendo il tasto di accensione il display si accende sulla "modalità city" con dati essenziali ben in evidenza come: temperatura ambiente, luci, orologio, indicatore di carica residua batteria, livello di assistenza, velocità istantanea, indicatore di potenza del motore e l'indicatore dinamico. L'indicatore dinamico può assumere diversi valori visualizzati nell'ultima riga del display iniziando dai chilometri percorsi dall'ultimo azzeramento, premendo brevemente una volta sul tasto accensione si passa a visualizzare del tempo trascorso, premendo una seconda volta alla cadenza istantanea (velocità di rotazione dei pedali), premendo una terza volta l'energia consumata dal ciclista espressa in Kcal. Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80 Alla quarta pressione breve del pulsante di accensione il display assume la modalità "race" riassumendo in una sola schermata tutti i parametri che il ciclista ha interesse a tenere sotto controllo per un utilizzo sportivo: livello di assistenza, velocità istantanea, potenza del ciclista, potenza del motore entrambi espressi in watt, la visualizzazione grafica delle due potenze precedenti, il consumo medio espresso in wattora al chilometro, la cadenza ed infine la percentuale residua di carica della batteria.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

La bici si presenta di una piacevole colorazione grigio metallizzato con lievi striature gialle, è una colorazione diversa da quella giallo-nera che si vede sul catalogo e da noi provata nell'ottobre 2017 al bike test di Formello. Non è possibile scegliere il colore.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Esteticamente non segue la moda delle batterie incassate nel telaio e peccato che rispetto alla versione con motore Bosch mostra i fili scoperti dalla batteria al motore.

Saliti in sella si apprezza lo spunto immediato con cui il motore risponde alla pressione sul pedale, si parte con il livello 1 e l'assistenza è dolce, poco invasiva.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Oggi il nostro test si sviluppa nello stupendo scenario del Parco Regionale dei Monti Lucretili. Partiamo percorrendo la strada asfaltata che transita presso il Santuario di S. Maria delle Grazie nel comune di Scandriglia. Percorsa la strada con assistenza 1-2, entro nel Parco in direzione dell'abitato di Scandriglia. Da Scandriglia si abbandona l'asfalto per iniziare la strada sterrata che sale sul monte, è ricca di grosse breccole bianche e nel tratto più ripido diventa una mulattiera transitata solo da trattori. Qui incomincio a scalare le marce fino a utilizzare la prima di 36 denti aumentando l'assistenza a 5. Il motore ora eroga il 400% della potenza trasmessa dal piede. Devo stare attento a mantenere l'equilibrio evitando i ciottoli più grossi che possono far slittare le ruote, stando attento anche di non incunearmi con le ruote tra i solchi scavati tra le rocce.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Questa salita la uso come test per confrontare la qualità delle e-bike, in precedenza solo con una Fantic F1 con motore Brose sono riuscito a percorrerla senza soste fino in cima. Alla fine ci riesco, arrivo ad un tornante che segna la fine del tratto più ripido con un po' di fiatone, ma mi posso incominciare a rilassare e gustarmi il panorama: nella valle più in basso emerge il Castello Orsini di Nerola e dietro, molto più lontano, il Monte Soratte.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Salito sull'altopiano finisce la mulattiera e inizia una prateria. Poi ancora una breve strada sterrata in salita ripida, con profondi solchi e ciottoli insidiosi: anche questo tratto superato con l'assistenza 5 e prima marcia. Poi inizio a girovagare tra le strade aperte dai boscaioli per fare legna sprofondando con i tacchetti delle ruote nella morbida terra dei sochi dei trattori.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Ora riprendo il sentiero segnato che va a Monte Serrapopolo incontrando diversi escursionisti a piedi incuriositi dalla mia e-bike, con i quali mi fermo per una piacevole conversazione.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Qui il sentiero non è adatto alle montainbike per le frequenti rocce aguzze che spuntano dal terreno e che impediscono di pedalare. Nei tratti rocciosi scendo, non voglio rischiare di spaccare i carter del motore su qualche spuntone di roccia e spingo la bici utilizzando l'assistenza alla camminata. Si attiva tenendo premuta la freccia in basso con assistenza diversa da 0 e per una velocità che non deve superare i 6 km/h.

Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

I freni a disco idraulici Schimano da 180 mm svolgono bene il loro lavoro; unico limite è l'aderenza dei copertoni. La durezza della forcella si può comandare dal manubrio.

Ho apprezzato anche l'indicatore Schimano sulla marcia inserita, non ha tacche e quindi la posizione è solo indicativa ma è utile sapere se si è già inserita la marcia più corta o viceversa la più lunga. Il cambio è preciso anche cambiando sotto sforzo in salita.

test Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

Ad un fontanile esco dal sentiero tracciato nel parco e imbocco una ripidissima discesa sterrata e molto ciottolosa fino alla strada asfaltata che mi riporta nell'abitato di Scandriglia. Ho così concluso il mio itinerario percorso in 3 ore e mezza. Ho percorso 25 km e un dislivello di 803 m. I dati sono stati presi dall'app Runtastic utilizzata sullo smartphone e a cui si riferiscono i grafici e la mappa pubblicata sulla pagina.

test Atala B-XGR8 AM80 Atala B-XGR8 AM80

A fine percorso sono andato a vedere lo stato della batteria dal display entrando in "Info batteria" il responso è molto dettagliato e portava una carica residua del 35% e una tensione di 36,1 V, insieme al valore della tensione di ogni singola cella, questo consente di monitorare lo stato della batteria controllando se qualche cella ha una caduta di tensione che potrebbe compromettere la durata di tutta la batteria e consentendo di intervenire con il servizio di assistenza.

La garanzia delle biciclette Alala è 2 anni, ma se si esegue la registrazione sul loro sito la garanzia si estende per altri sei mesi ad eccezione della batteria.

In conclusione è una e-bike all'altezza delle concorrenti che ha dalla sua di essere un prodotto con motore made in Italy offerto ad un prezzo di listino concorrenziale 2.799 € che scontata si riesce a prendere a qualche centinaia di euro in meno.

Utilizzate le nuovissime App "ArcipelagoCamper" per cellulari e tablet Android da Google Play Store

Parliamo di noi nel web vedere novità: gruppo Facebook ArcipelagoCamper         Cerca itinerari luoghi da visitare Arcipelago: associazione no-profit

mandaci una e-mail  Il tempo è andato... la vita è un viaggio... il viaggio è un'avventura... il pensiero avrebbe voluto di più...  Google Analytics visitatori sito

L'utilizzo su altri siti: dei file, dei testi e delle immagini contenute su questo sito, senza preventiva autorizzazione, è espressamente vietato