Arcipelago     Italia centrale Toscana                                     
  Montepulciano

 

 

 

 

 

 

 


Partendo dal parcheggio n5 e dirigendosi verso l'incrocio si pu salire su una scalinata  intagliata lungo una scarpata fino ad arrivare  ai Giardini di Poggiofanti. Pi in basso sulla destra in una piazza vi la Chiesa di Sant'Agnese protettrice di Montepulciano, morta nel 1317. Sulla moderna facciata (1926) si apre un portale gotico. L'interno, rifatto nel XVIII secolo, ad una sola navata. Diverse sono le opere tra cui il monumento che contiene il corpo di Sant'Agnese.  

Un viale conduce alla Porta al Prato, da cui inizia Via Roma. Giunti ad una piazzetta, sulla colonna il Marzocco, simbolo dell'autorit fiorentina che nel 1511 sostitu la Lupa di Siena. Il Leone opera dello scultore Sarrocchi (1856). Di fronte alla colonna il Palazzo Avignonesi, attribuito al Vignola, risale al XVI secolo. Di fronte al Palazzo Avignonesi vi il Palazzo Tarugi, anch'esso come il precedente di forme tardo-rinascimentali.  Vicino al palazzo si trova la Chiesa barocca di San Bernardo, opera del Padre Andrea Pozzo.  Ai lati della Via Roma altri Palazzi rinascimentali : Palazzo Cocconi - Del Pecora, realizzato da Antonio da Sangallo il Vecchio, Palazzo Buccelli che ha alla base fronti di urne cinerarie etrusche e lastre con iscrizioni etrusche e latine.
Giunti alla Chiesa di Sant'Agostino, una delle pi belle ed interessanti costruzioni di Montepulciano. La facciata fu disegnata nei primi anni del '400 da Michelozzo Michelozzi (1396-1472).   L'interno fu modificato nel XVIII secolo, vi si trovano opere del Barocci, dell'Allori e di Lorenzo di Credi. Sull'altare maggiore un crocefisso in legno del Donatello.

Di fronte alla chiesa sulla torre, il caratteristico Pulcinella (XVI sec.) che batte le ore sulla campana.
Proseguendo, a sinistra, il Palazzo Tarugi Cappelli, con affreschi di F. Zuccari. La strada si fa pi ripida fino a sboccare di fronte all'ampia e solida triplice arcata della Loggia del Mercato.

Continuando, sulla Via Cavour, il Palazzo Cervini costruito da Antonio da Sangallo il Vecchio, Palazzo Cagnoni, del Vignola, Palazzo del Seminario, adiacente al quale la chiesa del Ges, eseguita su disegno di Andrea Pozzo nel sec.XVII.

Dopo poco vi la Chiesa di S. Maria dei Servi, edificata nel XVI secolo ha un bel portale cuspidato e lungo il tetto gli archetti pensili sono ogivali, l'interno barocco, di Andrea Pozzo.
Sulla destra della chiesa la via che girando intorno alla Fortezza, sbocca in Piazza Grande. E' la piazza pi bella e monumentale di Montepulciano. La piazza circondata da edifici importanti, il Duomo, con a sinistra il Campanile, risale alla seconda met del XV secolo.  L'interno a tre navate, spartite da archi poggianti su pilastri; le strutture sono semplici, che nulla concede alle decorazioni; ai lati nelle navate laterali si aprono le cappelle. Sull'altare Maggiore il monumentale Polittico di Taddeo di Bartolo (1401) pittore senese nato nel 1362 e morto nel 1422. Questa   opera del Taddeo, ed   di grande bellezza. Rappresenta, nella parte centrale, l'Assunzione della Vergine tra Santi e Sante devotamente raccolti; in alto, al centro dell'Incoronazione, ai lati l'Annunciazione, nei pilastri varie figure di santi.

Di fronte al Duomo il severo Palazzo Nobili, oggi Tarugi, attribuito ad Antonio da Sangallo il Vecchio.

Il Palazzo Comunale, con bella torre mediana, risale al XVI secolo e ricorda, dalle linee generali, Palazzo Vecchio a Firenze.  Dalla torre si gode un bellissimo e vasto panorama.
Di fronte al Palazzo Comunale il bel Palazzo del Monte, oggi, Contucci, cominciato nel 1519 da Antonio da Sangallo il Vecchio per il Cardinale di Santa Prossede, Antonio Ciocchi Del Monte, poi papa col nome di Giulio III.

Il Pozzo, sormontato da due leoni reggenti lo stemma mediceo, simile a quello della Canonica di S. Biagio, e quindi probabilmente del Sangallo.

Seguire le indicazioni aree di sosta