visitate il nuovo sito www.arcipelago.eu

 

Arcipelago non memorizza cookie sul proprio server, ma vengono memorizzati da Google per fini statistici e pubblicitari.

Test Sygic GPS Navigation

Tecnica: test   istruzioni per copiare i POI

 

Sygic fig.1 Sygic fig.1 fig.1
  Sygic fig.2 Sygic fig.2 fig.2
 Sygic fig.5 Sygic fig.5 fig.5 Sygic fig.6 Sygic fig.6
fig.6
 Sygic fig.9 Sygic fig.9 fig.9 Sygic fig.10 Sygic fig.10
fig.10 Sygic fig.13 Sygic fig.13
fig.13 Sygic fig.14 Sygic fig.14
fig.14 Sygic fig.17 Sygic fig.17
fig.17 Sygic fig.18 Sygic fig.18
fig.18

Perchè istallare Sygic su uno smartphone

I nuovi smarphone con GPS e sistema Android hanno già Google maps, ma si tratta di un sistema di navigazione che necessita la connessione internet sempre attiva e che quindi comporta alti costi con il proprio operatore telefonico. Sygic invece è un software di navigazione offline! La connessione ad internet serve solo per scaricare mappe e basefile nello smartphone.  Ringraziamo il forum www.ipmart-italia.net per averci dato le informazioni di base sul prodotto.

Premessa

Abbiamo iniziato il test dal dicembre del 2011 con la versione istallata 11.2.0 su uno smartphone Samsung next con sistema operativo Android. Sygic ha anche una versione per iPhone che supponiamo di caratteristiche molto simili a quelle da noi testate. Abbiamo percorso strade in Italia, Francia (Corsica) e Slovenia.  Il programma consente anche di caricare file di Poi propri come le aree camper presenti su questo sito. Il test è terminato nell'aprile 2012 dopo aver percorso migliaia di km in camper e in auto, con un'interessante prova anche a piedi visitando una città: Ajaccio e una escursione in una zona naturale priva di segnalazioni.

Il Test:

La prima impressione è sulla grafica, molto ben fatta e selezionabile in visualizzazione 2d o 3d fig.1-2. Molti comandi ci ricordano quelli già presenti sul TomTom facendoci venire il dubbio che il famoso software di navigazione sia stato il modello ispiratore. Ma come leggerete più sotto essedo questa applicazione sviluppata in ambiente Android ha delle potenzialità in più rispetto ai più diffusi navigatori.

Parliamo subito dei difetti: i menù che riguardano le impostazioni sono poco intuitivi, probabilmente dovuto ad una imperfetta traduzione in italiano. Manca come per TomTom la possibilità di poter selezionare un veicolo di grosse dimensioni al posto della autovettura. A Bastia ci indicava di passare nei sottopassaggi presenti nel lungomare con altezza massima 2,5 m. intransitabili da qualsiasi autocaravan. Ma a parte questi due difetti, il software ha molte caratteristiche interessanti che lo pongono come una valida alternativa ai più blasonati sistemi di navigazione esistenti. La soluzione smartphone con GPS (sempre più diffusi) ci evita poi l'impiccio di portare con noi anche il navigatore. E' una soluzione che  si affermerà sempre di più in futuro, relegando il classico navigatore ad una nicchia sempre più sparuta.

Per alcuni tratti, abbiamo condotto il test, confrontando il comportamento del Sygic con il TomTom presente sull'autoradio gps del camper: Nei tratti extraurbani il comportamento dei due software è stato identico, le vie che ci proponevano (entrambi erano settati nella ricerca della via più veloce) erano le stesse. Qualche differenza invece l'abbiamo riscontrata nel cercare l'area di sosta in ambito urbano. Infatti dato che le soluzioni sono molto numerose è normale che ci possano essere differenze. In ogni caso comunque la meta è stata raggiunta senza troppi giri. E' buona norma, come per tutti i sistemi di navigazione, non avere una fiducia cieca sull'itinerario propostoci, controlliamo sempre la segnaletica stradale: se vediamo che ci indica strade troppo strette o ponti bassi, evitare di imboccare la via, tanto il software ricalcolerà la nuova rotta immediatamente. Il tempo del ricalcolo del percorso è ottimo e la precisione della freccia con il punto realmente occupato dal nostro veicolo è buona. Merito anche di Android che rende fluida e veloce ogni cosa senza inceppamenti.

Installato il software sul telefonino, troviamo tra le applicazioni presenti l'icona di Sygic e Sygic download fig.3. Se non è presente nessuna mappa, qualunque icona apriamo ci porta nella schermata del download. Se c'è la connessione wifi ci apparirà l'elenco delle nazioni che è possibile caricarci. Maneggiando lo smarphone con una sola mano è possibile avviare il download: selezioniamo Italia. E' meglio fare questa operazione con il wifi di casa e con lo smartphone collegato all'alimentatore per poter completare con sicurezza l'operazione che è molto lunga. Se dobbiamo interrompere precocemente il download, niente paura, quando riavvieremo l'applicazione non ricomincierà da capo, ma proseguirà fino alla conclusione dello scaricamento completo della mappa.

Completato il caricamento della mappa, avviamo l'icona Sygic fig.3: ci appare la mezza luna rossa con la scritta Sygic, finita l'inizializzazione, ci appare la mappa e sotto la scritta: In attesa di segnale valido. La prima volta il tempo per trovare il segnale dai satelliti è molto lungo, sicuramente diversi minuti. Successivamente invece il tempo rientra nella norma.

Entrando nel menù, scegliamo "naviga a..." fig.5 si apre un sotto menu fig. 6, tra le prime opzioni: casa, indirizzo o POI, vicino POI... sono le prime tre scelte del menù, tralasciamo la prima intuitiva, optiamo per la seconda. Si apre il sottomenù fig.7, si può procedere  seguendo l'ordine: nazione, città, via oppure "punti di interesse" ed avendo caricato le aree di sosta presenti su questo sito, tra i gruppi "POI custom" fig.8 premiamo e li ritroviamo fig.9. Ora veniamo alla novità di Sygic: con questo navigatore è possibile selezionando l'area di sosta, leggere la descrizione dettagliata, infatti è possibile scorrendo il sottomenù in ultimo troviamo "descrizione dettagliata" fig.10 toccandola possiamo leggerla fig.11. Altra possibilità è quella di selezionare il POI  e visualizzarlo sulla mappa fig. 12, questa è una possibilità molto interessante che ci consente di vedere in dettaglio il luogo di destinazione fig.13. Anche in questo caso possiamo leggere in dettaglio la "descrizione lunga" fig.14. Per poter sfruttare questa caratteristica ho dotato "Oasi.mde" di pulsanti per la creazione di un formato compatibile con Sygic (dalla versione del 27 aprile 2012 in poi scaricabile qui). Quindi non è più necessario stamparsi una lista delle aree o portarsi un portolano. In dettaglio la procedura è descritta qui

Una volta selezionata la destinazione, toccando su "vai a" fig.15 inizia l'elaborazione, una volta finita si apre l'anteprima del percorso fig.16. Ora si può vedere in dettaglio la lista delle vie da percorrere fig.17 oppure vedere con pagine riassuntive da sfogliare fig. 18.

 Test a piedi:

Abbiamo testato il software anche a piedi nella città di Ajaccio e in ambiente naturale. Per avviare il navigatore a piedi c'è l'apposito tasto "vai a piedi", avviandolo in questo modo il navigatore non parla, la funzione audio è  disattivata probabilmente per risparmiare la batteria. Del resto non essendo impegnati alla guida si può tranquillamente guardare lo schermo quando si vuole. Nulla da dire sulla navigazione impeccabile anche a piedi, lamentiamo la mancanza di POI di tipo culturale: musei, cattedrali... se non si conosce la via, il navigatore non è di nessuna utilità per questo uso. Per fortuna ci sono gli uffici turistici, e una marea di esercizi commerciali!

Sempre in Corsica abbiamo utilizzato il software in un ambiente naturale bellissimo: macchia mediterranea con rocce in granito lavorate dal vento, delle vere e proprie sculture e un mare verde smeraldo. Si trattava di un luogo in cui campeggiammo vent'anni fà conservando un bellissimo ricordo. Con Google Earth abbiamo prima di partire preso le coordinate GPS della baia. Per arrivarci, abbiamo fermato il camper alla fine del paese di Tizzano. Poi a piedi lungo le strade sterrate. Il posto è meta di escursionisti, ma privo di segnalazioni di qualsiasi tipo e con il tempo le stradine e i sentieri sono aumentati di numero. Il navigatore ha tracciato il percorso camminando sulle strade sterrate, poi si trattava di proseguire su sentieri appena tracciati non presenti nella mappa. Ma anche in questo caso il navigatore è stato utilissimo perchè comunque ci segnava sulla mappa con una bandiera a scacchi il punto di arrivo e i metri che mancavano all'arrivo. In questo modo siamo riusciti a prendere il sentiero che ci portava all'obiettivo.

Caratteristiche in sintesi:

Sygic fig.3 Sygic fig.3 fig.3
 Sygic fig.4 Sygic fig.4
fig.4
 Sygic fig.7 Sygic fig.7 fig.7
 Sygic fig.8 Sygic fig.8
fig.8
 Sygic fig.11 Sygic fig.11 fig.11
 Sygic fig.12 Sygic fig.12
fig.12
Sygic fig.15 Sygic fig.15 fig.15
 Sygic fig.16 Sygic fig.16
fig.16

Utilizzate le nuovissime App "ArcipelagoCamper" per cellulari e tablet Android da Google Play Store

Parliamo di noi nel web vedere novità: gruppo Facebook ArcipelagoCamper         Cerca itinerari luoghi da visitare Arcipelago: associazione no-profit

mandaci una e-mail  Il tempo è andato... la vita è un viaggio... il viaggio è un'avventura... il pensiero avrebbe voluto di più...  Google Analytics visitatori sito

L'utilizzo su altri siti: dei file, dei testi e delle immagini contenute su questo sito, senza preventiva autorizzazione, è espressamente vietata.