visitate il nuovo sito www.arcipelago.eu

 

Arcipelago non memorizza cookie sul proprio server, ma vengono memorizzati da Google per fini statistici e pubblicitari.

Installazione pannello fotovoltaico

pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

L'installazione di un pannello fotovoltaico è abbastanza semplice e alla portata di tutti. I moduli fotovoltaici sono in genere costituiti da celle di silicio, policristallino o monocristallino. Queste ultime sono costituite da silicio puro e hanno un rendimento maggiore rispetto alle prime. pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico La scelta della potenza da installare varia in genere dai 60W ai 240W, secondo il numero dei componenti dell'equipaggio e la lunghezza delle soste al di fuori dei campeggi e aree camper munite di elettricità. C'è poi da considerare che se facciamo un uso del camper in inverno quando l'insolazione è molto scarsa, per compensare c'è necessità di avere una superficie di fotovoltaico un pò sovradimensionato rispetto alle esigenze estive.

Di seguito vengono riportati due esempi di istallazioni per due esigenze diverse:

  1. Installazione di una bassa potenza con centralina originale predisposta per l'allaccio ad un pannello fotovoltaico
  2. Installazione di una elevata potenza con regolatore di carica aggiuntivo
Schema impianto pannello fotovoltaico
a. Installazione potenza 80W con centralina originale predisposta per l'allaccio ad un pannello fotovoltaico

Alcuni autocaravan sono già predisposti per l'aggiunta di un pannello fotovoltaico, come è il caso del Rimor Sailer 681 TC. Infatti si è potuto fare a meno del regolatore di carica, del display e del parallelatore, perchè queste funzioni sono già svolte da componenti elettronici di serie. Nel caso delle centraline montate dalla Rimor, non bisogna però montare pannelli che eroghino più di 100W di potenza massima.

Rientra in questo caso chi fa una vacanza molto dinamica con soste molto brevi e frequenti spostamenti,  installeremo un pannello monocristallino da 80W.  Materiali occorrenti, oltre al pannello sono necessari: le staffe di fissaggio del pannello, il collante, cavi elettrici da 6 mmq, un passacavo, un portafusibile con fusibile da 10A, un diodo (se non già compreso nella scatolina posta dietro il pannello).

pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

Come prima cosa occorre studiare la posizione dove fissare il pannello e il percorso che devono fare i cavi. Quest'ultimo deve essere il più breve possibile per evitare dispersioni di corrente e dover usare cavi di grosse dimensioni. Come già accennato non sono stati fatti fori per il passaggio dei cavi elettrici per evitare qualsiasi rischio di infiltrazioni. Nel caso di questa installazione è stata sfruttata l'areazione del camino posto sopra la cucina presente in questo modello di Rimor Sailer come si vede dalla foto. pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico I cavi dal camino sono stati fatti passare attraverso il pensile e successivamente all'interno del mobile ove è posto il lavandino della cucina. Nello stesso mobile è alloggiata la centralina ove vanno inseriti i cavi come nella foto.

Fasi operative:

  1. Inserire i cavi elettrici da 6 mmq. in una guaina, farli entrare nell'abitacolo passando dalla cappa del camino della cucina fino ad arrivare nei pressi della batteria di servizio.
  2. Collegare i cavi elettrici alla scatola posta dietro il modulo fotovoltaico. E' consigliabile in questa fase mantenere coperte dalla luce le celle fotovoltaiche con del cartone, per evitare che generino corrente elettrica nei cavi.
  3. Poggiare i supporti in plastica e fissarli al telaio in alluminio del pannello fotovoltaico. Questa operazione richiede di fare dei piccoli fori in corrispondenza del bordo in alluminio del pannello. Con delle viti autofilettanti serrare il bordo della staffa con il telaio in alluminio.
  4. Con il pannello che poggia con le staffe, non ancora incollate sul tetto del camper, segnare con una matita la posizione delle staffe. Pulire molto bene le parti del tetto segnate da eventuali tracce di sporco con dell'alcool. Con della carta abrasiva a grana molto sottile effettuare una leggera passata. Spolverare  eventuale polvere e applicare abbondantemente il collante apposito (va bene quello usato per incollare le pareti della cellula). pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico Posare dei pesi nei punti del pannello ove sono le staffe per facilitare un incollaggio migliore.
  5. Ora nel nostro caso è bastato collegare i fili provenienti dal pannello solare direttamente all'alimentatore negli appositi ingressi, come previsto dallo schema di montaggio della casa: AS00022_IT.pdf abbiamo soltanto aggiunto un fusibile da 10A. Rimuovere il cartone che copre il pannello

b. Installazione di 200W di potenza con regolatore di carica aggiuntivo e parallelatore
pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

Rientra in questo caso chi fa una vacanza con soste di qualche giorno o uso più intensivo dell'elettricità: computer, televisore, ricarica batterie bici a pedalata assistita...  installeremo due pannelli fotovoltaici. Per sfruttare al meglio lo spazio sul tetto li abbiamo scelti di dimensioni e quindi di potenze  diverse: da 80W e il secondo da 120W.  Materiali occorrenti. Oltre ai pannelli sono necessari: un regolatore di carica, un display per visualizzare lo stato di carica, un parallelatore per permettere di caricare anche la batteria motore, le staffe di fissaggio del pannello, il collante, cavi elettrici da 6 mmq.

pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

Altra differenza rispetto alla prima installazione è che il secondo pannello lo renderemo ad inclinazione variabile per consentire anche in inverno di captare una discreta irradiazione solare nonostante, come è noto, la traiettoria che il sole disegna all'orizzonte sia molto più bassa. Per rendere facilmente realizzabile la cosa, abbiamo pensato di disporre il pannello più grande con l'asse più lungo perpendicolare al senso di marcia, facendolo ruotare ponendo il fulcro vicinissimo al lato fronte marcia. In questo modo si può alzare il lato posteriore formando uno spoiler come fosse un pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico alettone auto da corsa. Disponendo nelle soste in inverno la cabina del camper verso sud e alzando il pannello si può avere la massima insolazione. Abbiamo previsto questa unica possibilità di inclinazione del pannello (evitando l'inclinazione opposta) non solo per semplificare l'istallazione, ma anche per evitare eventuali danni del vento nel caso si parta  dimenticandosi di reclinare il pannello in posizione piatta.

Si possono trovare in rete, esempi di realizzazioni molto sofisticate di pannelli fotovoltaici ad inclinazione e orientamento variabili e motorizzati con inseguimento automatico del sole. Queste realizzazioni hanno però l'inconveniente di essere più costose e più difficilmente realizzabili da mani poco esperte, per questo motivo sono destinate ad una nicchia ristretta di persone e quindi non le trattiamo.

pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

Tornando al nostro impianto, il pannello da 80 w è stato fissato utilizzando lo stesso procedimento per l'esempio "a", mentre per il secondo la realizzazione è stata più complessa. pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico Una piastra di laminato in alluminio è stata incollata sulla superficie del tetto sottostante il pannello fotovoltaico. Prima di incollarla sono stati applicati dei fori da 6 mm di diametro in corrispondenza dei punti di ancoraggio delle staffe. Le staffe sono state imbullonate con bulloni inox a testa piatta, ponendo la parte piatta sotto la piastra di alluminio e la parte filettata rivolta verso l'alto. I fori da 6 mm con una limetta quadra sono stati fatti diventare a forma quadra per consentire l'alloggiamento della parte quadra del bullone posta subito prima della testa piatta. pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico Le staffe zincate, o meglio se in acciaio inox, sono state imbullonate con dadi inox antisvitamento.

pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

Abbiamo usato un regolatore di carica che consente l'allacciamento a due pannelli fotovoltaici separatamente di potenza massima 120W ognuno. Il regolatore ha già i diodi e i fusibili integrati, nella foto a destra il regolatore mentre stavamo allacciando i cavi elettrici. Nel nostro caso la potenza massima fotovoltaica totale è 200W. Due cavi elettrici da 6 mmq, delle canalette bianche in plastica con biadesivo, capicorda in rame e un parallelatore che seleziona automaticamente la carica della batteria servizi e batteria motore, per la parte elettrica. Per la parte meccanica occorrono: lamiera in alluminio, colla ad alto potere incollante, staffe forate, bulloni inox. Il materiale è stato reperito cercando il prodotto più conveniente nel seguente modo: il regolatore di carica, la colla, e le staffe del pannello fotovoltaico fisso qui, i pannelli fotovoltaici qui, mentre le lamiere, le staffe e i bulloni in un grande magazzino del fai-da-te.

Vanno eseguiti gli stessi passi descritti per l'istallazione "a" fino al punto "IV" escludendo il "V". Per installare il secondo pannello, si è proceduto nel seguente modo:

  1. togliere il pannello fotovoltaico dall'imballaggio, applicarci nella parte sensibile alla luce un cartone fissandolo con del nastro adesivo da carrozziere per evitare che in questa fase produca elettricità
  2. prendere le misure esatte del pannello e verificare gli ingombri sul tetto, pulire con alcool la zona
  3. preparare la lamiera in alluminio con i fori quadrangolari in corrispondenza dei punti di attacco delle staffe
  4. inbullonare provvisoriamente i bulloni inox alla lamiera e incollarla lato testa bulloni piatti sul tetto del camper , mettere dei pesi ed aspettare il giorno successivo per proseguire
  5. poggiare il pannello nel posto esatto in cui va fissato, prendere le misure delle due staffe che fungono da cerniere e realizzarle
  6. imbullonare le due staffe cerniera, posizionarci sopra il pannello e praticare i due fori al telaio del pannello fotovoltaico
  7. inserire i due bulloni che fungeranno da cerniera tra pannello e staffe senza serrare il dato inox antisvitamento, ma lasciando un piccolo gioco tra staffa e pannello
  8. ruotare il pannello fino ad arrivare a posizionarlo all'inclinazione massima, prendere la misura delle staffe e realizzarle
  9. imbullonare il tutto rendendo le staffe che si occupano di tenere il pannello inclinato, con la possibilità di scegliere a piacimento l'inclinazione
  10. prevedere una posizione delle staffe che consenta il serraggio del pannello anche in posizione piatta
pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

Ora abbiamo terminato la realizzazione della parte meccanica, quella più complessa, che necessita di un minimo di abilità pratica nel prendere le misure, forare, limare, tagliare le staffe e sagomarle. La realizzazione della parte elettrica, deve prevedere un percorso dei cavi il più breve possibile, tra pannelli fotovoltaici - regolatore di carica - parallellatore - batterie. Pertanto va studiato con attenzione. Per evitare di forare il tetto, ci siamo concessi un piccolo allungamento di percorso che prevede di farli entrare dall'oblò del bagno, passare la parete bagno-dinette, pensile, regolatore di carica, parallelatore e batterie. Alla fine del lavoro i cavi non sono visibili perchè coperti dalla cornice dell'oblò e dalle canalette poste dentro i pensili.

Non rimane che completare il lavoro passando ai collegamenti elettrici:

  1. posizionare il regolatore di carica in una parete interna alla cellula in una posizione comoda tra i pannelli fotovoltaici e il parallelatore
  2. forare tutte le pareti interne e pensili in cui è previsto il passaggio dei cavi
  3. incollare le canalette sul tetto tra pannelli ed oblò e nelle parti interne della cellula
  4. collegare i cavi al pannello fotovoltaico (marrone + e nero -)
  5. stendere i cavi nelle canalette, all'interno della cornice dell'oblò, passarli nei fori tra i pensili
  6. collegare i cavi all'entrata del regolatore di carica tenendo conto delle polarità negli spinotti previsti per i due pannelli (marrone + e nero -)
  7. posizionare il parallelatore in una posizione prossima alle due batterie
  8. collegare il regolatore di carica con il parallelatore tenendo conto delle polarità
  9. collegare l'uscita del parallelatore alle corrispettive batterie tenendo presente la polarità
  10. rimuovere i cartoni che coprono dalla luce i pannelli
parallelatore pannello fotovoltaico

L'aggiunta di un parallelatore allunga la vita di entrambe le batterie ed evita l'autoscarica anche della batteria motore nelle lunghe soste in rimessaggio.

pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico

N.B! Non è necessario che la lamiera in alluminio incollata sotto al pannello inclinabile  sia grande quanto tutta la superficie del pannello, potrebbe anche essere in 4 pezzi  di circa 60 cmq ognuno, uno per ogni ancoraggio della staffa. Nella foto si vede che nel nostro caso prende poco più della metà della superficie alloggiando 3 staffe, mentre la quarta staffa che funge da cerniera sinistra è fissata al telaio del pannello fisso quello da 80W.  Sono necessarie almeno 4 o 5 cartucce di colla da utilizzare con la pistola.  pannello fotovoltaico pannello fotovoltaico   Consigliamo di acquistarle presso il rivenditore di accessori camper più vicino a casa, quelle spedite via internet potrebbero essere un pò vecchie con il collante duro da far uscire, inoltre è difficile azzeccare la quantità esatta. Se il camper è dotato di portapacchi, si possono trovare altre soluzioni, evitando l'incollaggio di lamiere sul tetto.

La colla va spalmata abbondantemente su tutta la superficie della lamiera e se vi accorgete che quella che avete non è sufficiente, prima di incollare, correte ad acquistare una nuova cartuccia. Meglio non lesinare sulla colla, una eventuale distacco con perdita  dei pannelli fotovoltaici può causare seri danni ai veicoli che ci seguono dietro. Per l'incollaggio dei supporti di ancoraggio del pannello fisso,  ne abbiamo usati 4 per maggiore sicurezza, 2 in più del necessario.

Link utili per l'acquisto: http://www.solesienergia.com/category.php~idx~~~6~~Kit+pannelli+fotovoltaici+camper~.html

 

Utilizzate le nuovissime App "ArcipelagoCamper" per cellulari e tablet Android da Google Play Store

Parliamo di noi nel web vedere novità: gruppo Facebook ArcipelagoCamper         Cerca itinerari luoghi da visitare Arcipelago: associazione no-profit

mandaci una e-mail  Il tempo è andato... la vita è un viaggio... il viaggio è un'avventura... il pensiero avrebbe voluto di più...  Google Analytics visitatori sito

L'utilizzo su altri siti: dei file, dei testi e delle immagini contenute su questo sito, senza preventiva autorizzazione, è espressamente vietata.